News

Restate informati sulle novità di Abilis iscrivendovi alla nostra Newsletter.

Abilis, partner del centro di screening per il coronavirus «drive-in» di Berna

La piattaforma sanitaria digitale Abilis riveste un ruolo importante nello screening del COVID-19. Nel quadro del centro di test installato a Berna (BernExpo), Abilis ha creato un questionario di valutazione online (Coronacheck Abilis) e garantisce gli scambi di informazioni protetti tra le diverse persone coinvolte. Le persone invitate a sottoporsi al test ricevono un’e-mail con un identificativo da presentare al centro di test. I risultati vengono trasmessi segnatamente tramite notifiche sull’app mobile Abilis.

Abilis, partner del centro di screening per il coronavirus «drive-in» di Berna

Attualità Abilis

Un passo fondamentale per lo sviluppo della CIP

Data : 08/11/2019 08:00

Abilis SA, la comunità di riferimento nazionale interprofessionale della medicazione, e axsana SA, l’organizzazione operativa della più grande comunità di riferimento della Svizzera, hanno concluso un accordo di cooperazione per la realizzazione della cartella informatizzata del paziente (CIP). Questa collaborazione semplificherà l’integrazione di tutti i professionisti della salute e della popolazione per un utilizzo ampio e facile della CIP.

La CIP svizzera nasce in condizioni quadro particolarmente difficili. Benché il suo finanziamento non sia né regolamentato né garantito, la Confederazione continua a porre esigenze sempre più elevate. A tali condizioni, il successo della CIP dipende dalla possibilità di eliminare, nella maggior misura possibile, le ridondanze organizzative e tecniche.

A breve termine, Abilis e axsana individueranno le sinergie esistenti. A medio termine, valuteranno se unire le piattaforme delle due comunità di riferimento. axsana stabilisce un legame con gli attori istituzionali, come gli ospedali e altre strutture di cura, mentre Abilis rende possibile l’accesso diretto ai pazienti tramite le farmacie in tutta la Svizzera.

La cooperazione tra Abilis e axsana offre inoltre l’opportunità di integrare con la CIP altre soluzioni eHealth, attualmente in fase di elaborazione presso entrambe le imprese, destinate alle strutture sanitarie e alla popolazione conformemente alla strategia eHealth 2.0 della Confederazione. Il nuovo legame tra i due partner rappresenta un primo passo verso il consolidamento duraturo della CIP come pietra miliare della digitalizzazione della sanità al servizio della popolazione.

Link al comunicato stampa

Abilis SA crea una comunità di riferimento nazionale, in particolare per il gruppo professionale dei farmacisti. In questo intento essa ha il sostegno di pharmaSuisse, la Società Svizzera dei Farmacisti, e Ofac, la cooperativa professionale dei farmacisti svizzeri.
axsana SA è l’organizzazione operativa di una comunità di riferimento, il cui bacino di utenza si estende a dodici cantoni della Svizzera tedesca. È sostenuta dalle autorità di questi cantoni nonché dalle varie associazioni cantonali di prestatori di cure.

Abilis, partner del centro di test Covid-19 del Cantone di Berna

Data : 02/04/2019 08:00

Abilis è stata scelta dalla Direzione della sanità del Cantone di Berna come partner del centro di test di screening per il coronavirus che aprirà i battenti questo giovedì 2 aprile a BernExpo. Questa operazione, riservata agli abitanti del cantone, consentirà di realizzare numerosi test di screening, senza doversi avvalere di risorse mediche od ospedaliere sovraccariche. È possibile che questo tipo di operazione sia scelto come modello da altri cantoni.

La piattaforma sanitaria Abilis, concepita e sviluppata da Ofac, ha creato un questionario di valutazione online (https://coronacheck.abilis.ch disponibile in francese e tedesco) che permette di determinare le persone per cui il test è necessario e raccomandato o no. Le persone interessate ricevono via e-mail, insieme alle informazioni pratiche, un invito di Abilis a recarsi al centro di test di BernExpo. Questa mail comprende un identificativo del paziente unico, il nostro MPI, anche sotto forma di codice a barre, che deve essere presentato alla reception del centro.

Tutte le persone che desiderano sottoporsi al test di screening sono invitate ad aderire ad Abilis e a scaricare l’app mobile per ricevere la notifica del risultato del test sul loro smartphone. Le persone testate positive saranno in tutti i casi contattate telefonicamente da un medico che spiegherà loro la procedura da seguire.

Il ruolo di Abilis consiste nel permettere lo scambio di informazioni interamente protetto tra i vari partecipanti all’operazione, e segnatamente il laboratorio, i medici, le autorità sanitarie e le persone testate.

La cooperativa Ofac è fiera di potersi impegnare nei progetti di reti sanitarie cantonali, mettendo in primo piano la farmacia nel suo insieme. Con questa operazione, dimostriamo che Abilis è una piattaforma sanitaria protetta e affidabile che permette di condividere informazioni tra prestatori di cure nonché di fornire informazioni pertinenti ai pazienti.

Abilis conta attualmente oltre 300 farmacie partner in tutto il paese. Le farmacie interessate a saperne di più sulle funzionalità e sui vantaggi di Abilis possono consultare il sito www.abilis.ch o inviare una mail a marketing@ofac.ch.

pharmaDavos 2020 – Abilis suscita un particolare interesse

Data : 24/02/2020 08:00

Ginevra, 24 febbraio 2019 – Ofac, la cooperativa dei farmacisti svizzeri, e il grossista farmaceutico Voigt SA annunciano la sottoscrizione di un contratto di collaborazione nell’ambito del futuro webshop Abilis.

Nel corso del 2020, la piattaforma sanitaria Abilis, appena lanciata sul mercato da Ofac, proporrà un webshop specializzato in articoli venduti in farmacia (medicamenti, articoli parafarmaceutici, di igiene, bellezza, cura ecc.). Si tratterà quindi di diversi webshop, in quanto ogni farmacia partner di Abilis potrà proporre il proprio alla sua clientela, personalizzato ai suoi colori, mantenendo la gestione dell’assortimento presentato, delle tariffe e della scelta delle opzioni logistiche.

Le farmacie partner di Abilis potranno così proporre nel proprio negozio online non soltanto gli articoli del proprio assortimento, ma anche quelli dell’offerta globale, molto estesa, gestita dal grossista Voigt SA. Questa collaborazione con Voigt consente a Ofac di garantire un processo di distribuzione conforme alla legislazione federale, in vigore nell’ambito della vendita di medicamenti per corrispondenza.

Questo accordo tra Ofac e Voigt avvicina due attori del mondo sanitario, ben radicati nel Paese da decenni, che hanno in comune un elevato livello di pretese in termini di prestazioni destinate alla farmacia.

forumofac.19: all’insegna del lancio della piattaforma sanitaria Abilis

Data : 28/11/2019 08:00

Ginevra, 28 novembre 2019 – Il forumofac.19, che si è svolto lo scorso 8 novembre a BernExpo, ha riunito circa 400 partecipanti invitati da Ofac. Erano presenti all’incontro principalmente farmacie socie della cooperativa ma anche partner e clienti. Questa 14a edizione dell’importante appuntamento organizzato ogni anno da Ofac ha permesso di fare il punto sulla sanità digitale (Siamo pronti per un cambiamento di paradigma?). L’evento ha inoltre segnato una data importante per Ofac, ovvero quella del lancio della sua piattaforma sanitaria Abilis, destinata ai professionisti della salute e al grande pubblico.

I partecipanti del forumofac.19 hanno così potuto assistere «dal vivo» a dimostrazioni della piattaforma sanitaria Abilis, uno strumento prezioso al servizio dei prestatori di cure e in particolare dei farmacisti che consente loro di ottimizzare la qualità e la sicurezza dei loro trattamenti, garantendo un’assistenza terapeutica efficace dei loro pazienti.

La versione Abilis destinata ai pazienti, che si presenterà sotto forma di app mobile gratuita protetta da un identificativo elettronico a 2 fattori, sarà disponibile nel corso del mese di dicembre 2019 presso le farmacie partner Abilis (elenco su abilis.ch).

Il dott. Mario Magada, direttore generale di Ofac, ha presentato ai partecipanti le principali caratteristiche della piattaforma Abilis e ha comunicato che vi hanno già aderito oltre 200 farmacie e alcuni altri istituti di cura. Ha ricordato che la piattaforma proporrà un accesso alla CIP (cartella informatizzata del paziente) sia al grande pubblico che ai professionisti della salute a partire dalla sua messa in servizio nel corso del 2020.

Tra i conferenzieri che si sono avvicendati sul palco del forumofac.19 per presentare diversi aspetti legati alla sanità digitale, Adrian Schmid, segretario generale di eHealth Suisse, ha esposto la situazione della CIP pochi mesi prima della data del suo lancio prevista per il mese di aprile del 2020 e ha ammesso che il cammino della sua progressiva realizzazione sarà arduo. Basandosi sul caso della Danimarca, Lars Hulbæk, specialista danese di eHealth, ha a sua volta dimostrato gli sforzi importanti necessari per installare una rete nazionale di condivisione di dati nel sistema sanitario, scandendo le parole «Coraggio, perseveranza e pazienza…». L’introduzione progressiva della digitalizzazione in un’assicurazione è stata illustrata da Urs Zellweger di Helsana che ne ha presentato i due principali aspetti: il trattamento amministrativo dei dossier e le prestazioni agli assicurati. Dopo una relazione di Andreas Bircher, rappresentante della CIPA (Comunità di interessi Familiari curanti), Xavier Comtesse ha provveduto a chiudere il ciclo di conferenze. Nel suo stile caratteristico che unisce umore, provocazione e lungimiranza, questo esperto della sanità digitale, autore dell’opera «Santé 4.0 : le tsunami du numérique.» (Sanità 4.0: lo tsunami digitale) ha ricordato la posta in gioco e le sfide della digitalizzazione.

L’ultima parte della giornata è stata consacrata alla consegna dei premi della 4a edizione degli Ofac Pharmacy Awards, e seguita da una conferenza multimediale di Dominique Gisin, medaglia d’oro di discesa alle olimpiadi di Sochi nel 2014. Accompagnata dal dott. Christian Marcolli, il suo psicologo dello sport, l’alta vallesana si è basata sulla sua carriera, fatta di alti e bassi, per ispirare i partecipanti e stimolarli ad essere perseveranti e volenterosi.

Questa giornata si è conclusa con la tradizionale e conviviale serata dei soci che si è svolta nella magnifica cornice pittoresca del ristorante Kornhauskeller nel centro storico di Berna.

Le presentazioni dei conferenzieri del forumofac.19 nonché le foto ricordo della giornata sono accessibili al sito www.forum.ofac.ch.

La piattaforma sanitaria Abilis registra le prime adesioni di centri di cure

Data : 08/11/2019 08:00

Ginevra, 8 novembre 2019 – Ofac, la cooperativa dei farmacisti svizzeri, ha appena lanciato sul mercato la piattaforma di sanità digitale Abilis. Poiché uno degli obiettivi di Abilis consiste nell’ottimizzare la comunicazione interprofessionale nell’interesse del paziente, la piattaforma non è destinata soltanto ai farmacisti ma anche a tutti i professionisti della salute.

La cooperativa Ofac è quindi lieta di annunciare che numerosi centri di cure, situati in diverse regioni linguistiche della Svizzera, hanno già aderito alla piattaforma sanitaria Abilis già prima del suo lancio ufficiale. Questi istituti hanno inoltre richiesto l’affiliazione alla comunità di riferimento nazionale e interprofessionale Abilis, in fase di certificazione, il che permetterà loro di accedere alla cartella informatizzata del paziente (CIP), ai sensi della LCIP, il cui lancio è previsto dall’UFSP per la primavera del 2020.

Si tratta di 3 cliniche, di cui due in Ticino: la Clinica Santa Chiara di Locarno e la Clinica Luganese Moncucco di Lugano, e una in Svizzera tedesca, la Klinik Seeschau am Bodensee di Kreuzlingen (TG) sul lago di Costanza nonché una catena di centri di chirurgia ambulatoriale, MV Santé, situati in Svizzera romanda, ossia a Sion, Ginevra e Losanna (2 centri).

La decisione di questi istituti di aderire ad Abilis è in particolare motivata dal loro interesse ad accedere alla panoramica a 360° dei pazienti, proposta dalla piattaforma, che comprende tutte le informazioni concernenti la loro medicazione ed è pertanto in grado di favorire anamnesi rapide ed efficaci.

Aderendo con il tempo alla comunità di riferimento nazionale e interprofessionale Abilis, che dovrebbe essere tra le prime a ottenere la certificazione della Confederazione, le cliniche hanno inoltre la garanzia di essere in conformità con la LCIP.